Intarsi di Hakone, dietro le quinte di un’arte eccezionale

Apparso alla fine del periodo Edo, l’intarsio yosegi-zaiku consiste nel ricoprire l’artigianato con un mosaico. Un mosaico molto speciale poiché si basa su specie legnose! Cornici, portagioie, vassoi, portamatite o sottobicchieri sono particolarmente adatti a quest’arte.

Le basi dell’arte yosegi-zaiku

Per ottenere questi modelli ipnotici tanto ricercati, ci vuole un processo lungo, scrupoloso e complesso.

Innanzitutto, un certo numero di tipi di legno vengono tagliati e incollati insieme per formare un blocco. Quindi questo blocco viene esso stesso tagliato e piallato fino ad ottenere un foglio che l’artigiano passa sopra in modo che sia il più sottile possibile. Questo stesso foglio viene infine incollato sulle facce esterne degli oggetti scelti.

Gli artigiani più famosi dell’intarsio yosegi-zaiku provengono dal villaggio di Hatajuku. Questo villaggio si trova nella regione di Hakone, da cui il nome Hakone Marquetry. Le specie locali che vengono utilizzate (gelso, cedro cinese, noce …) contribuiscono a rendere ogni opera unica e autentica.

Intarsio di Hakone-yosegi-zaiku

L’intarsio di Hakone è particolarmente ricercato oggi per i suoi himitsu-bako, scatole con scomparti segreti usate un tempo dai samurai per nascondere i loro oggetti e documenti durante i loro viaggi. L’himitsu-bako contiene molte parti mobili che, se spostate nel giusto ordine, consentono di aprire la scatola e di scoprire i suoi piccoli tesori.

Tra le scatole che sono state create, ci sono pezzi unici ricchi di storia e pezzi più moderni dalle forme incredibili. Gli artigiani della regione di Hakone competono in ingegno per creare pezzi con disegni sempre più intricati. Una vera gioia per gli occhi!

Se vuoi saperne di più su questa arte tradizionale giapponese, ti invitiamo a guardare il video qui sotto. Troviamo lì tutti i passaggi sopra menzionati.

Trova anche tutti i nostri prodotti di intarsio Hakone su Nipponboutique!

Victoria Grente Written by: